HTC U11 Recensione

 

Il nuovo top di gamma di Htc si chiama U11 ed è uno smartphone  di grande qualità , capace di mettere in crisi i top di gamma concorrenti della prima metà dell’anno.

 

Confezione

La confezione di HTC U11 contiene al suo interno un alimentatore per la ricarica rapida 12V/1.25A, un cavo USB-USB Type-C, un adattatore da Type-C a jack audio da 3,5 mm, un paio di cuffie stereo con soppressione del rumore attiva (realizzata via hardware dal telefono) e una cover il plastica rigida trasparente.

Costruzione ed Ergonomia

HTC U11 ha un profilo metallico dello stesso colore del pannello in vetro posteriore, leggermente curvo e realizzato con una tecnologia che lo rende molto riflettente. L’effetto crea qualcosa di unico , un nuovo stile mai visto sugli smartphone. Il prezzo da pagare sono le impronte che purtroppo rimangono con grande facilità sul retro . Lo smartphone ha delle cornici attorno al display non particolarmente ridotte e nel complesso il design frontale è decisamente più anonimo di quanto visto invece sul retro. I tasti fisici sul lato destro si raggiungono bene e il tasto di accensione ha la stessa trama a righe. Una gradita novità è la presenza della resistenza ad acqua e polvere secondo lo standard IP67, portando HTC ad adeguarsi ad altri top di gamma di rilievo di quest’anno.

Hardware

HTC  U11 è equipaggiato con un hardware eccellente. Abbiamo l’ultimo processore Snapdragon 835 octa core da 2,45 GHz, 4 GB di RAM LPDDR4X e 64 GB di memoria interna UFS 2.1. L’azienda poi sceglie anche di non rinucniare all’espandibilità della memoria, utilizzando uno slot ibrido che in alternativa permette all’utente di utilizzare anche una seconda SIM. HTC è quindi l’unica azienda “classica” fra le big ad offrire un top di gamma dual SIM in Italia. Ottima la connettività: LTE gigabit fino a 1024 Mbps, Wi-Fi ac a doppia banda, Bluetooth 4.2 e NFC. Presente anche il led di notifica e un velocissimo lettore di impronte digitali frontale. Molto buono poi lo speaker stereo (il secondo speaker è nella capsula auricolare) che recupera un po’ di terreno perso in passato. Lo smartphone è poi dotato di ben 4 microfoni per la registrazione audio 3D, ma purtroppo è sprovvisto del jack audio da 3,5 millimetri. Questo però ha spinto l’azienda ad introdurre un sistema di rimozione del rumore attivo integrata nello smartphone che funziona con le cuffie in dotazione. Innovativa è la funzionalità di Edge Sense  , lungo la parte inferiore di entrambi i lati del terminale sono presenti dei sensori sensibili alla pressione. In questo modo l’HTC U11 è in grado di capire quando si preme in questa sezione. La scopo di questi sensori a pressione è quello di attivare un’azione, che può consistere nell’apertura di un’applicazione, ogni volta che si spreme (squeeze in inglese) il dispositivo. Potrete scegliere tra una serie di azioni: lanciare la fotocamera e scattare una foto, fare uno screenshot, aprire una delle vostre app preferite.

Software

A bordo troviamo Android 7.1.1 Nougat. L’interfaccia utente HTC Sense IU è visivamente discreta e non così invadente per quanto riguarda le app. Tra le applicazioni integrate dal brand, oltre a HTC Sense Companion, trovate anche BOOST+. Si tratta di una di quelle app dedicate alla gestione del terminale (ottimizzazione della batteria, pulizia della memoria, blocco delle app, ecc) che ultimamente tutti i produttori asiatici stanno incorporando nei propri device. È presente anche HTC Help, utile per vedere se l’hardware del dispositivo funziona correttamente.  Dalla schermata principale, con uno swipe a destra, non si incontrano le schede di Google Now presenti in Android stock, ma una sintesi delle recenti applicazioni utilizzate. È la versione di Sense Companion di HTC per sostiture le schede di Google Now.

Fotocamera

HTC U11 ha una fotocamera da 12 megapixel con tecnologia Ultrapixel (quindi pixel più ampi), apertura ƒ/1.7 e stabilizzazione ottica dell’immagine. Il software è abbastanza classico e non introduce grandi novità. Abbiamo l’HDR automatico (adesso chiamato anche HDR Boost), un autofocus fulmineo e anche lo scatto in RAW. La qualità fotografica è  ottima. Buona definizione, HDR efficace ma non “invasivo”, colori ben tarati e anche scatti luminosi al buio. Dove ovviamente anche il rumore digitale prende il sopravvento, U11 riesce comunque a tirare fuori foto godibili e più luminose della concorrenza. Bene i video, che possono essere registrati fino alla risoluzione di 4K. La stabilizzazione è discreta anche se non arriva ai risultati di altri concorrenti. Buono l’audio 3D ed è ora presente una modalità di zoom audio che aumenta il volume nella direzione dello zoom. Gradita novità anche la registrazione video in slow motion a 120 fps adesso in Full HD. Non male anche la fotocamera frontale da 16 megapixel ƒ/2.0 che perde la stabilizzazione ottica, ma offre comunque una buona risoluzione e offre funzionalità come il selfie panoramico, l’auto selfie e il live makeup per abbellirvi il volto.

Display

Il display è una buona unità LCD IPS, della serie Super LCD in versione 5. La diagonale è di 5,5 pollici con un classico form factor di 16:9 mentre la risoluzione è QHD. L’aspetto è molto simile a quello di HTC 10 ma è stata migliorata molto la leggibilità sotto la luce del sole, che ora risulta decisamente buona. Ci sono piaciuti i colori, la profondità dei neri e il fatto che sia davvero poco riflettente. Una critica va spesa per il trattamento oleofobico, che lascia una sorta di patina porosa che non ha un bell’effetto visivo.

Autonomia

La batteria installata su HTC U11 è da 3000 mAh ed è riuscita a portami a sera anche nelle giornate stressanti con oltre 5h di display acceso.
Se l’utilizzo diventa intenso dovrete prestare attenzione verso sera, ma con la fruizione comune non avrete alcun grattacapo.

Prezzo

L’HTC U11 sarà disponibile in Europa a partire dal 1° giugno. Il prezzo per questo nuovo smartphone Android è di 749 euro no brand.

Conclusioni

L’HTC U11 è, al momento, la migliore alternativa all’S8. Ha un rendimento migliore, un suono spettacolare e una fotocamera all’altezza . In termini di autonomia è buono ma non spicca rispetto agli altri flagship presenti sul mercato.  Il device è pensato per chi è alla ricerca di un design diverso dal solito e credo sarà sicuramente la prima scelta per chi non si è fatto convincere dal nuovo look dell’S8. Per quanto riguarda software e hardware lo U11 ha fatto un’ottima mossa integrando Edge Sense, novità pratica e divertente. Ci sono sicuramente alcuni difetti ma non così importanti e quindi, a mio parere, più che perdonabili. Se il design non vi convince fate bene a virare su altri brand.